Hai mai provato ad accettare la sofferenza??

BeiWnt9

La vita è fatta di alcuni momenti in cui tutto sembra andare storto, e di altri in cui le cose vanno a gonfie vele.
Molti vorrebbero avere la parolina d’ordine per smettere di soffrire o provare dolore, ma ciò evidentemente non è possibile. La sofferenza però in questo nuovo contesto può diventare nostra alleata, inoltre la curiosità di sondare la sofferenza potrebbe farci scoprire qualcosa di interessante.
Osservandola sorge una domanda… ma questa sofferenza è reale?.
Hai mai provato ad accettare la sofferenza??
Nel momento in cui ti apri alla Tua sofferenza, e decidi di amarla succede un miracolo: come fumo essa scompare, rischiarata dalla Tua luce.

Questa volta quando arriva la tua nuova alleata cerca di accoglierla, falle sentire che ci sei, vivi la Tua sofferenza.
Non scappare impaurito, come fai di solito, stai qui nei momenti di sofferenza e goditi per una volta questo regalo dell’esistenza.
Tutte le volte che soffriamo è una Vera benedizione, ci stiamo aiutando a evolvere più velocemente, e noi, solitamente in modo meccanico (senza esserne realmente consapevoli) cerchiamo di evitarla in tutti i modi, posticipando e aumentando così il carico successivo.
Ogni volta che soffriamo è l’Esistenza che ci bussa alla porta, e Noi, se vogliamo possiamo aprire questa porta accettando con gratitudine tutto ciò che ci accade.
Bastano queste due parole dette al nostro dolore (psico-emotivo-fisico) tutte le volte che ci ricordiamo:
TI AMO. GRAZIE.

Qualunque stato d’animo accompagna la mia giornata, piacevole o spiacevole che sia… ”IO SONO QUA”.

L’esserci può e deve diventare in questo nuovo contesto il primo pensiero quando ci svegliamo e l’ultimo prima di andare a dormire.
La presenza è la base, si insegna già ai bambini della scuola elementare/media.
Non possiamo ”fare” nulla se Ora, in questo momento non siamo presenti a Noi stessi.
Domanda…In questo momento sono presente a me stesso?
Ora, mentre leggi, cerca di mantenere uno stato di presenza, rimani qui ed ora.
Sei solo un vestito vuoto, o sotto quell’abito c’è qualcuno??
Dove sei mentre stai leggendo??
Resta qui.

29fd00z La tecnica da apprendere ed integrare per mantenere la presenza si chiama Ricordo di Sè cioè Attenzione divisa:
Qualunque cosa faccio all’esterno, sono anche allo stesso tempo all’interno.
ad esempio: guardo la tv, scrivo, cucino, mangio, bevo, cammino, parlo, ascolto e mentre faccio queste attività rimango in CASA per così dire, rimango con una parte dell’attenzione nel corpo.
L’attenzione prende così due direzioni, una verso l’esterno (su ciò che sto facendo) e un’altra parte verso l’interno.
Questa è Vera meditazione, non è una tecnica, bensì consiste nel rimanere svegli ( in casa) tutto il giorno, qualunque cosa faccio.
Ci saranno momenti più propizi e meno propizi durante lo stesso giorno ma la vostra perseveranza presto vi premierà di mantenere in modo naturale questo stato di coscienza. E’ la Tua natura, la vuoi rinnegare?? A Te la scelta.
Ora chiediti, cosa nella mia vita non ho ancora perdonato in Me??
Cerca nelle tue viscere la risposta e quando hai trovato e identificato il piombo, scioglilo con il calore del Tuo Perdono. 

Perdona ora ciò che sei, Adesso, e ricomincia da Qui, con la consapevolezza che SEI tu a crearti la Tua realtà in base alle esperienze di cui hai più bisogno per evolvere.
La vita non ti vuole punire, la vita ti ama , anche quando sei convinto del contrario.
Apri il Tuo cuore, VEDI cosa sta accadendo veramente, apriti alla bellezza e vedrai altra bellezza.
Non puoi vedere qualcosa che prima non SEI al tuo Interno.
Spesso cerchiamo continuamente fuori…cerchiamo un maestro, cerchiamo un lavoro, cerchiamo cerchiamo cerchiamo, e non ci rendiamo conto che ciò che vogliamo più di ogni altra cosa è qui di fianco a Noi, è sempre stato qui, aspetta solo il nostro Ri-torno. Non cercare all’esterno, Tutto quello che cerchi ce l’hai già, Ora, al tuo Interno. Focalizzati sull’interno e non lasciarTi sfuggire neanche un momento.

Realizza ciò che SEI.

NON CI SONO SECONDI FINI, L’UNICO FINE E’ QUESTO MOMENTO. VIVI CON QUESTA CONSAPEVOLEZZA, ISTANTE DOPO ISTANTE E LASCIATI GUIDARE.

Oltre all’esercizio dell’attenzione divisa ti propongo un’altro esercizio.
Chiediti quotidianamente: CHI SONO IO?
Finchè non hai realizzato una risposta concreta chieditelo tutti i giorni, come se fosse una priorità.
Diamo per scontata la risposta, ma sono certo che troverai difficoltà nel darti una risposta soddisfacente, la Vera risposta è una risposta onnisciente e onnicomprensiva che ti rivelerà la verità sottoforma di emozione superiore; in poche parole proverai commozione quando finalmente sentirai la risposta.

L’esistenza ti ama!
l’amore è ovunque intorno a Te, ma TU?? a cosa sei sintonizzato in questo momento??
questa è una Tua scelta.

Oscar wilde esprime bene questa verità:

”nulla può essere insegnato, di ciò che merita d’essere imparato”.

Buon lavoro.alba-Chiavello3

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...